"CHE VIZIATO NON VA IN BRACCIO A NESSUNO"

"Che viziato non va in braccio a nessuno"

"Fai il bravo, dai un bacio alla zia"

"Se non mi dai un bacino non ti do la caramella"

"Se non mi dai un abbraccio io piango"


Quante volte avete sentito queste frasi?

Quante volte magari le avete dette anche voi?


Ma analizziamo bene la situazione.

A voi starebbe bene che chiunque vi chiedesse di baciarlo controvoglia?

Quando abbracciate o baciate qualcuno lo fate perché ne avete voglia, perché volete esprimere un’emozione, un sentimento..


I bambini non sono diversi da noi adulti.

Hanno i loro desideri, i loro modi di mostrare affetto ma sopratutto vanno educati in modo tale che crescendo capiscano una cosa importantissima: sono solo loro a decidere per il loro corpo. Nessun altro.


I gesti di affetto devono essere voluti, desiderati, sentiti.. non vanno chiesti con ricatti.

Cosi facendo cosa capisce il bambino?

Che è bravo solo se dà baci anche a chi non conosce, anche di chi non si fida.

Che deve obbedire alle richieste di affetto.


Quello che sembra una banalità da piccoli può essere determinante da adulti. Rispettare il sentire del bambino fin da piccolo, porta a crescere un adulto sicuro di dare affetto solo quando e a chi vuole, capace di rifiutare le tenerezze indesiderate, a prescindere dalla pressione che subisce e dal ricatto emotivo.

Il corpo è suo.


Vogliamo crescere bambini che diventeranno adolescenti e adulti che si faranno rispettare dagli altri e faranno rispettare il proprio corpo?

Allora educhiamoli fin da piccoli alla libertà di fare quello che si sentono di voler fare e con chi si sentono di farlo.

Il rispetto delle loro emozioni è fondamentale per insegnare loro ad essere sempre sinceri verso i sentimenti che provano.


E parliamo tranquillamente ai parenti, agli amici, diciamo loro che un bambino che non ha voglia di dare un bacino o di andare in braccio a qualcuno non è un bambino maleducato o viziato, è semplicemente un bambino che in quel momento sta vivendo un’emozione diversa dalla loro.

Sono adulti, dovrebbero essere in grado di accettare un no


PS. Una soluzione potrebbe essere far battere loro il 5 oppure un pugnetto

37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti