COME SCEGLIERE IL PEDIATRA

Oggi parliamo di...

COME SCEGLIERE IL PEDIATRA


In tantissimi ogni giorno mi chiedete consigli su come capire se un medico è un bravo pediatra.


È normale per un genitore cercare il miglior professionista per i propri bambini quindi vediamo insieme un po' di punti.


Per darvi qualche dritta utilizzo i miei parametri quindi innanzitutto questo post non è scientifico come gli altri che vi scrivo: è molto soggettivo e quanto vi dirò sotto è quanto ho fatto io da mamma e da professionista per scegliere il pediatra dei miei figli e i pediatri con cui collaboro.


Partiamo da un concetto di base: il pediatra è un medico. E ha studiato tanti, tantissimi anni.

Il suo lavoro sarebbe prevalentemente occuparsi di diagnosi e cura quindi la parte che riguarda la patologia.


In Italia, a differenza di altri Stati, un errore di tanti genitori è di affidarsi al pediatra per qualsiasi cosa.

Errore dei pediatri stessi è di non lavorare in equipe e quindi si sa, voler fare tutto significa fare tante cose ma farle male.


Quindi ecco a voi qualche consiglio:


Cercate un pediatra che lavori con un team multidisciplinare. Il pediatra fa il pediatra. Se avete bisogno di consigli sulla fisiologia del bambino lui vi manderà dai suoi collaboratori (infermiera, osteopata, fisioterapista, consulente, istruttore di primo soccorso, nutrizionista, logopedista ecc)


Cercate un pediatra ami il suo lavoro, che vada oltre le ore di ambulatorio (non significa che deve essere reperibile su whatsapp 24h eh), che si aggiorni costantemente... Altrimenti vi trovate pediatri che vi diranno quanto segue nei punti successivi.


Chiedete un appuntamento per conoscerlo, guardate se innanzitutto ama il suo lavoro (non lo vedrete spesso - vi auguro - ma quelle poche volte, un sorriso e un po' di empatia non guastano)


Chiedete cosa ne pensa dell'allattamento, come procede con lo svezzamento, che indicazioni dà ai genitori quando un bambino non dorme, se prescrive fluoro per i denti (queste piccole domande che sono la base delle domande che fanno i genitori nel primo anno di vita vi farà capire se si aggiorna e se ci tiene ad assere aggiornato secondo le linee guida OMS)


Chiedete come si comporta quando un bambino si ammala... Il pediatra è un medico e prevalentemente si occupa di diagnosi e cura. Un pediatra che prescrive antibiotici di continuo senza tamponi e analisi, che prescrive melatonina o addirittura oppiacei a tutti i bambini per farli dormire, che per qualsiasi cosa vi fa uscire con la lista della spesa di antibiotici e cortisonici... Ecco questo è un pediatra che per i miei figli non vorrei.


Cercate un pediatra che vi dedichi del tempo. Spesso nel pubblico non è così ma non è colpa loro, hanno tantissimi pazienti e davvero pochissimo tempo per visitare (la colpa è dello Stato, non loro!) ma se vedete che non è il tempo sufficiente cercate magari anche un supporto da un pediatra privato che abbia il tempo di conversare con voi e di aiutarvi a sciogliere qualche dubbio.


Ricordate che un pediatra non è Dio: sono persone, umani che possono e hanno tutto il diritto di sbagliare o di avere una giornata no come tutti noi.


Non fate di tutta l'erba un fascio, il professionista che non piace, che non è preparato ecc lo trovate in tutti i settori. Se il vostro pediatra per varie ragioni non vi piace, cambiatelo


Questi piccoli consigli come vi dicevo sono personali. Potreste non trovarvi d'accordo e ci sta.

Vi ho fatto questo post perché in tantissimi mi chiedete e vi ho riassunto quello che io reputo importante.


188 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti